Lo chef non è un mago. Al massimo un prestigiatore.

Roberto Carcangiu Presidente APCI

La figura dello chef di cucina è quella del professionista che ha il compito di pensare ai piatti, di coordinare, organizzare o tappare i buchi nell’organico. Sicuramente non è suo compito compiere miracoli. Quando gli stipendi sono in caduta, i diritti assenti, e la preparazione delle persone che l’azienda assume per collaborare con lo chef è ad un livello molto basso, è il momento in cui mi rendo conto che siamo arrivati alla frutta. Sempre più di frequente, nella ristorazione commerciale, l’importanza che viene data agli operatori è quella sotto l’aspetto del costo economico. Gli imprenditori chiedono agli chef sempre più risultati, spesso senza rendersi conto che non è semplice come si pensa riuscire a garantire la soddisfazione di certi standard e certi risultati (anche economici), specialmente se il lavoro non è svolto in prima persona dallo chef. Lo chef e la sua presunta incapacità professionale, sono spesso diventati il parafulmine perfetto per imprenditori e dirigenti, i quali prospettano obiettivi finanziari irrealizzabili e trovano nell’abbattimento delle spese di cucina lo strumento più facile per cercare di rientrare nei costi. La preparazione degli aiuti, siano essi commis o capi partita è fondamentale tanto quanto quella dello chef. Poiché quello in cucina è un lavoro di gruppo nel vero senso della parola, e non un semplice modo di dire.
Qualsiasi chef con coscienza professionale sa bene di cosa parlo. Il successo del nostro lavoro e dell’idea gastronomica che abbiamo in mente di
realizzare, è direttamente subordinata alla preparazione dei nostri uomini. Avremmo bisogno di ricevere sostegno, sia attraverso uno stipendio all’altezza, sia grazie a degli orari umani per i nostri uomini, sui quali invece vengono scaricate le richieste più varie ed eventuali, che comunque garantiscono un posto a tavola a pranzo e a cena. Cosa possiamo fare allora noi chef? Ovviamente abbiamo una famiglia a cui pensare, non possiamo quindi stare a casa ad aspettare il posto della vita o l’isola che non c’è. Dobbiamo in maniera propositiva fare squadra tra di noi, farci sentire con spirito critico per porre all’attenzione delle istituzioni e degli imprenditori la questione. Dobbiamo indignarci con il piglio della ragione. Il valore, quindi, da ritrovare è, per un aspetto la preparazione tecnica e – concedetemela – anche umana dei nostri assistenti e delle loro condizioni che ho detto in precedenza, in modo da poter contribuire a far crescere il “valore” percepito dal cliente e dare così alle aziende per cui lavoriamo risultati soddisfacenti. Perché quindi lo chef è un prestigiatore? Perché è colui che riesce a far cambiare la percezione delle cose attraverso studio, dedizione e capacità tecniche… oltre che infinita pazienza! Meglio seguire le mode o la tradizione?

Scarica qui il pdf

Il futuro dell’ONLINE è OFFLINE

Sonia Re Direttore Generale APCI

Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l’umanità.

Cari amici, mi piace creare interazione online perché ritengo sia un modo veloce, diretto, concreto e costante per tenerci in contatto. Però credo che la comunicazione avvenga quando oltre al messaggio, si passa anche un po’ di anima e questo succede decisamente più spesso incontrandosi di persona! Per questo ritengo imprescindibile organizzare appuntamenti che ci permettano di incontrarci! Due in particolare sono da segnare in calendario: Due eventi imperdibili dunque, che hanno in comune esperienzialità e ambizione, nella cornice di spazi stilosi, dove gli ingredienti saranno:

  • 18 – 22 Ottobre fieramilano Rho APCI sarà protagonista del FUORICASA ad HOST 2019. Vi aspettiamo nello spazio Associazione professionale Cuochi Italiani che sarà il salotto della Ristorazione. Metteremo il mondo del Fuoricasa sotto una lente e capiremo cosa succede dietro le quinte della ristorazione: approfondimenti, nuove opportunità professionali, la scoperta delle ultime novità, recruiting… Una piattaforma che ci offrirà una vetrina incomparabile e un ponte verso il nostro Mondo Ho.Re.Ca.
  • 11 – 12 Novembre – Roma Congresso Nazionale LES TOQUES BLANCHES D’HONNEUR, prestigiosamente ospitato nel contesto di Excellence presso la Nuvola di Fuksas, uno dei luoghi piu scenografici della capitale. L’onorificenza alla carriera che ogni anno ci regala due giornate insieme, quest’anno vedrà la presenza di grandi persone che ci racconteranno grandi storie – di successo, fallimento, trasformazione – e lezioni apprese! Non mancheranno momenti interattivi per generare idee, trarre ispirazione, sviluppare incontri e nuovi contatti e coltivare relazioni!
    Stimolare la mente con nuove idee, proposte, scoperte;
    Creare un network con i colleghi e con chi valorizza ogni giorno la nostra professione, dando voce a tutti gli elementi che contribuiscono a dare valore mondo della Ristorazione Moderna;
    Condividere i frutti del proprio lavoro. La parola d’ordine è stare bene con i colleghi, condividere le informazioni e impressioni che ognuno vive per farne tesoro come Associazione e condividere un ambiente piu sereno e stimolante!
    Seguiteci online per tenervi aggiornati, ma vi aspettiamo offline per i nostri due appuntamenti con la passione di sempre per il Vostro lavoro e per viverlo appieno con chi lo condivide ogni giorno nella grande famiglia APCI!

Scarica qui il pdf

Editoriale