Milano, 26 febbraio 2020 – La recente emergenza sanitaria legata al Covid-19 (Coronavirus) sta generando una situazione di mercato molto difficile per il settore della ristorazione che APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani rappresenta attraverso i propri cuochi associati.

Per questo a livello associativo stiamo collaborando con le istituzioni e le altre Associazioni di categoria da una parte per avere tutele immediate e concrete per la categoria, dall’altra per contenere l’effetto creato dall’elevato timore della popolazione, in particolare nelle regioni coinvolte. Ci adopereremo inoltre per azioni congiunte volte al rilancio del turismo enogastronomico, così da poter ripartire fiduciosi.

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai colleghi che sono direttamente coinvolti e che vedono con preoccupazione il proprio futuro, assicurando che la voce dell’APCI si sta facendo e si farà sentire in ogni contesto che possa aiutare a salvaguardare il lavoro di tutti noi.

Roberto Carcangiu, Presidente APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani, esprime con questo messaggio il supporto a tutti voi: “In un momento dove le nostre ‘paure’ hanno il sopravvento, a torto o ragione, credo sia necessario avere Speranza. Il sentimento che nella tradizione cristiana è aspettativa di bene futuro, di cambiamento positivo, di un fiducioso ottimismo di fondo riguardo al nostro destino, ci deve accompagnare anche ora. Questo non significa non fare niente e aspettare, bensì lavorare per rimettere le cose a posto e far sì che la direzione sia quella della prosperità e del buon lavoro per tutti noi”.