FOTO 1_prugne
FOTO 2_Pralina Comaschi

 IL TORRONE DEI RICORDI

Realizzato dal Maitre Chocolatier Stefano Collomb, il “Torrone dei Ricordi” con Prugne della California, è il fine pasto perfetto per questo Natale 2019. Una ricetta tradizionale rivisitata con creatività abbinando agli ingredienti classici del torrone, come gli albumi e il miele, le noci e le Prugne della California, due ingredienti inediti che conferiscono alla creazione stile e personalità. Il “Torrone dei Ricordi” si presenta avvolto in un sottile intreccio di glassa di cioccolato fondente al 70%, e cede facilmente al morso sprigionando un sentore di miele Millefiori che contrasta piacevolmente con il gusto amarognolo dei gherigli di noce tostati e con le note lievemente acidule e gentili delle Prugne della California. E’ disponibile presso la pasticceria-cioccolateria ‘Chocolat’ di Stefano Collomb, a La Thuille, in Valle d’Aosta.
www.californiaprunes.it

 

LA PRALINA PANETTONE
BY DAVIDE COMASCHI 

Davide Comaschi ha presentato nel suo corner a La Rinascente di Milano, la sua pralina Galaxy nella versione Panettone – Milano. Una nuova pralina che arricchisce la linea “Unforgettable Chocolate Experience”. Obiettivo del maître chocolatier Davide Comaschi, unico italiano ad aver vinto il World Chocolate Masters, è quello di far conoscere le delizie italiane attraverso prodotti di pralineria. Anche per Panettone – Milano è riuscito a sublimare i sapori del dolce natalizio lombardo in una ganache morbida, ogni pralina è un’esplosione di gusto in cui ritroviamo le arance candite, l’uvetta passa e le essenze di vaniglia e burro.
.www.davidecomaschi.com
FOTO 6_VINACCIA
FOTO 1_Tanca
FOTO 2_Lagrein

 

IL 2019 OTTIMA ANNATA
PER LA GRAPPA

Anche per la produzione della grappa la qualità dell’uva in vendemmia è determinante e il 2019 è stato più che soddisfacente. Lo segnala Chicco Berta, alla guida dell’omonima distilleria, che spiega come la qualità del prodotto originario sia fondamentale. Più bella e sana è l’uva iniziale, e quindi la vinaccia, più la grappa sarà buona. Distillerie Berta ha messo a punto e brevettato, alcuni anni fa, un sistema di raccolta e conservazione delle vinacce in contenitori speciali. Si tratta di bidoni con una capienza da 200 chili ciascuno, dotati di chiusura ermetica e di una particolare valvola che consente di tenere la vinaccia protetta da acqua e aria, ma anche di conservare un residuo di mosto che la rende più fresca e profumata.
www.distillerieberta.it

IL LUSSO PASSA
PER LO CHAMPAGNE

Condividere una storia di famiglia e condividere un piacere. E’ questo che guida l’avventura imprenditoriale di TANCA – The Brands Company, società fondata nel 2013 in seno alla finanziaria Trafalgar Spa, proprietà della famiglia di imprenditori piemontesi Giacomini, appassionati di beni di lusso. Partita dall’alta orologeria svizzera, ora diversificano nello Champagne, con una propria linea a marchio TANCA. Per dar vita a questo nuovo progetto, i Giacomini sono andati alla ricerca dei terroir più  esclusivi nelle zone più vocate, finché hanno selezionato e coinvolto nel progetto una piccola maison, che produce cuvée su soli 6 ettari a Celles-sur-Ource, sulla Côte des Bar, nella regione Champagne-Ardenne. Da questa minuziosa ricerca nasce la gamma in edizione limitata, che si compone di 4 etichette: la Cuvée Josephine Fortis, un Blanc de Blancs, un Extra Brut e un Rosé.
www.tancabrands.com

I MIGLIORI LAGREIN PREMIATI
AD AUTOCHTONA 

Kretzer, Classico e Riserva. Sono le tre anime di uno dei vini più identitari dell’Alto Adige che vede come protagonista unico in bottiglia uno dei suoi più famosi e amati vitigni autoctoni: il Lagrein. Alla Fiera di Bolzano, durante la 16^ edizione di Autochtona, si è svolta l’edizione 2019 del Tasting Lagrein Award. A salire quest’anno sul gradino più alto sono, per la categoria “Miglior Lagrein Kretzer” il Südtirol Lagrein Kretzer 2018 dell’azienda Schmid Oberrautner; per la categoria “Miglior Lagrein Classico” il Südtirol Lagrein Rubeno 2018 dell’azienda Kellerei Andrian; per la categoria “Miglior Lagrein Riserva”, il Südtirol Lagrein Riserva Taber 2017, dell’azienda Kellerei Bozen. 12 finalisti, 4 per ognuna delle tre categorie in lizza, e una degustazione che ha preso in esame più di 70 campioni. A guidare la degustazione i giornalisti Pierluigi Gorgoni, coordinatore della sessione di degustazione, e Alessandro Franceschini, segretario del premio.
www.autochtona.it